5/12/2019

Tutti i campi alle porte dell’UE e tutti i campi dentro l’UE, come il Cpr che sta per aprire a Gradisca, non devono esistere.

Libertà di movimento per tuttx!

https://www.balcanicaucaso.org/aree/Bosnia-Erzegovina/Bosnia-Erzegovina-migranti-intrappolati-senza-via-d-uscita-198340?fbclid=IwAR0T3mhoA8XWzWOc9NnQ_84ha4K7WWxuv2CmCgvdh5JGnCN0P3kbjqZ6e8A

3/12/2019

PUSHBACK A DUE STUDENTI CHE SI TROVAVANO IN CROAZIA PER UNA PARTITA DI PING PONG
Il 17 novembre due studenti nigeriani escono a Zagabria per fare un giro in città e lasciano i documenti in ostello. Sono in Croazia perchè hanno partecipato al campionato universitario di ping pong. Vengono bloccati dalla Polizia e trasportati al confine con la Bosnia, si rifiutano di scendere dal furgone nel bosco e la polizia minaccia di ammazzare uno di loro se non scendono. Si ritrovano respinti in Bosnia senza documenti.

Il razzismo ed i razzisti sono una componente fondamentale per la protezione delle frontiere.

https://zurnal.info/novost/22587/hrvatska-policija-kidnapovala-nigerijske-studente-i-prebacila-ih-u-bih?fbclid=IwAR3tDHZyXtvIkDwsxuRQIFqMtd8xZpcRggWi9Pcxb5ep-13E4NY2BYxcCS4

https://zurnal.info/novost/22588/croatian-police-kidnapped-nigerian-students-and-transferred-them-to-bih?fbclid=IwAR30LrNz2SHzYE3hqMT7cIPwh5JwtYm62a08SSFhv5WzYv7SV_rc743VPgM

2/12/2019

Qui potete ascoltare l’intervista radio che ci è stata fatta 8 giorni fa al presidio davanti al CARA.
In questi 8 giorni un altro agente della polizia Croata ha sparato ad una persona migrante.
In questi 8 giorni due altre persone sono morte mentre cercavano di passare la Slovenia schiacciate in un furgone.

Quelle morti sono state causate in nome della nostra sicurezza.
Nostra è la responsabilità di reagire.

No Cpr a Gradisca d’Isonzo

30/11/2019

Nella notte tra mercoledì e giovedì verso l’1.30 c’è stato un grave incidente vicino a Lubiana, tra Brezovica e Vrhnika, in direzione Trieste. L’incidente ha coinvolto un’auto con guidatore bosniaco e otto persone di nazionalità siriana, delle quali cinque erano sui sedili posteriori e due nel bagagliaio. Due persone siriane sono morte e una sembra in condizioni critiche. Sembra che l’auto sia sbandata mentre superava un camion ed è andata a sbattere. Quel tratto di autostrada è rimasto chiuso fino alle 6.30 di mattina. I sopravvissuti hanno chiesto asilo.

La notizia non è ancora circolata in Italia.

Sulla rotta balcanica si continua a morire, i confini continuano a uccidere.

https://siol.net/…/huda-nesreca-na-primorski-avtocesti-dva-…

29/11/2019

BREAKING: Un agente di polizia ha sparato a un migrante vicino a Mrkopalj, in Croazia. La sparatoria è avvenuta [l’altro]ieri sera, soli dieci giorni dopo che un altro ragazzo è stato colpito da un agente di polizia croato e rimane in condizioni critiche. Il ministro degli Interni afferma che la responsabilità della sparatoria è della vittima, perché presumibilmente stava impedendo agli agenti di polizia di svolgere il loro lavoro. La scorsa volta avevano detto che la sparatoria era un “incidente isolato, avvenuto involontariamente” e chi aveva sparato in realtà “aveva contribuito a salvare la vita” della sua vittima trasportandola fino all’ambulanza. Secondo un rapporto di Border Violence Monitoring Network, almeno 1.279 migranti, compresi i minori, sono stati minacciati da armi da fuoco o hanno ricevuto spari, prima di essere espulsi illegalmente dalla Croazia. Per ora, non c’è nessun responsabile.

[traduzione nostra del comunicato di Are You Syrious?]

26/11/2019

????Tutte le persone recluse nel CPR di Torino sono in sciopero della fame a partire da oggi. L’area viola già da 5 giorni. Ieri diverse parti della struttura sono state bruciate. ????
I CPR sono non-luoghi terrificanti, l’unico strumento che rimane a disposizione delle persone, una volta recluse, per non essere deportate, è distruggerli.
Noi oggi ci troviamo alle 20:30 in assemblea, se vuoi venire contattaci!

Qui il comunicato di inizio sciopero: https://www.facebook.com/notes/macerie/comunicato-dei-reclusi-dellarea-viola-nel-cpr-di-corso-brunelleschi/2436184746503516/?__tn__=H-R

21/11/2019

«Consideriamo l’intensificazione dei rimpatri una priorità. Dall’inizio dell’anno al 14 novembre sono stati effettuati 5940 rimpatri a fronte dei 5395 dello stesso periodo del 2018. In particolare, dal 5 settembre di quest’anno – data di insediamento del governo – sono ben 1304 rimpatri portati a compimento. Le procedure accelerate […] stanno effettivamente dando degli ottimi risultati. […] Sempre sul piano interno, anche al fine di intensificare l’azione tesa a rendere effettivi i rimpatri coattivi, conto nei prossimi mesi di poter aggiungere ai sette Centri di permanenza per il rimpatrio attualmente [in funzione] una disponibilità di ulteriori posti, pari a trecento, attivando ulteriori strutture. […] Nei lavori parlamentari relativi al disegno di legge di bilancio, auspico che possano essere destinate ulteriori risorse per l’ampliamento della capienza dei centri».

Ministra dell’Interno Luciana Lamorgese, audizione alla Camera del 20.11.2019

Tutti i governi italiani, dal 1998 a oggi, sono stati a favore dei lager di Stato. Noi siamo contro tutti i lager, a Gradisca e altrove! Ci vediamo domenica qui: Nessun lager a Gradisca! presidio sotto il CARA